DOLCI Gelati Senza categoria

Gelato in bastione

Savoiardi: n. 35
Panna montata: gr. 300
Zucchero per il caramello: gr. 400
Zucchero per la panna: gr. 50
Gelato di crema vainiglia: 7 coppe
Ciliegie candite: n. 10

Per la macedonia

Ananas: mezza scatola
Pere: n. 1
Pesche sciroppate: mezza scatola
Mele: n. 1
Ciliegie sciroppate: mezza scatola
Zucchero per la macedonia: gr. 50
Banane: n. 1
Maraschino: 2 cucchiai
Arance premute: n. 1
Mandorle fresche: n. 8

Malgrado le esiguità delle dosi di ciascun componente, la macedonia risulterà abbastanza abbondante ma basterà che ne dissoniate sul gelato soltanto uno strato di un paio di dita.
Preparate dunque la macedonia con un certo anticipo, magari anche la sera prima, tagliando tutta la frutta a piccoli dadi e insaporendola con lo zucchero, l’arancia e il limone premuti e con 2-3 cucchiai di maraschino o di curacao.
Se poi fosse la stagione adatta, aggiungetevi 8-10 mandorle fresche sbucciate e divise a metà. Coprite ermeticamente il recipiente e mettetelo in frigorifero ma non nella cella.
Con un taglio netto e per quanto possibile orizzontale, spuntate uno solo degli estremi di ogni savoiardo badando che risultino tutti della stessa lunghezza.
Preparate un piatto tondo di una ventina di centimetri di diametro interno (escluso il bordo).
Mettete al fuoco lo zucchero con mezzo bicchiere di acqua in un polsonetto di rame o in una casseruolina e portatelo al caramello.
Quando sarà biondo, mettete il polsonetto in un recipiente di acqua bollente e tuffate nel caramello la estremità tagliata di 1 savoiardo ponendolo poi immediatamente ritto lungo il bordo interno del piatto e tenendolo nella giusta posizione con le mani fin quando il caramello non si sarà solidificato.
Accostato al primo biscotto, mettetene un secondo e fra i due lasciate colare un filo di caramello in modo da saldare l’uno all’altro.
Ripetete l’operazione fino a compiere l’intero giro del piatto, ottenendo così un cilindro di savoiardi. Se resteranno dei piccoli vuoti dovuti alla forma dei biscotti, cercate di riempirli con altro caramello.
Involtolate delicatamente in una plastica questo apparato e mezz’ora prima di andare in tavola mettetelo in frigorifero per far raffreddare il piatto.
Un’ora prima di servire farete ben sgocciolare la macedonia, rimettendola poi in frigorifero.
Nel frattempo anche la panna e il gelato saranno stati tenuti, l’una nel frigorifero e l’altro nella cella, e avrete preparato le ciliegine candite divise a metà.
5 minuti prima di servirlo, tirate fuori il bastione, spalmatevi uno strato di gelato (eventualmente ammorbidito lavorandolo per poco con una forchetta), versatevi la macedonia ben sgocciolata, copritela con la panna a cupola e cospargete velocemente quest’ultima di ciliegine.
E’ ovvio che se il bastione fosse pronto in anticipo, andrebbe immediatamente rimesso in frigorifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *